Figli: Religione da professare e contrasto fra i genitori

CORTE DI CASSAZIONE SENTENZA N. 21916/2019

La Corte affrontando il caso di contrasto tra i genitori sull’educazione da impartire al figlio, e sulla conseguente decisione di uno dei due di far cambiare la religione al figlio,
dichiara che la scelta del genitore è legittima se non reca alcun pregiudizio effettivo.

In caso di conflitto tra i genitori, infatti, il giudice dovrà procedere all’ascolto del minore e decidere nel suo esclusivo interesse per “accertare le circostanze rilevanti al fine di determinare quale sia l’interesse del minore e raccogliere opinioni e bisogni in merito
alla vicenda in cui è coinvolto”, non potendosi fondare  tale scelta solo sulla “astratta valutazione delle religioni cui aderiscono i genitori”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close